La pittrice in base a cio che vuol esprimere dipinge in forti contrasti ovvero attraverso dissonanze di sfumature eseguite con tenera sensibilita. Gli elementi delle composizioni li prende dalle forme esistenti in natura oppure queste forme le rende astratte trasformandole: una pianta, un fiore che sboccia, una spirale – in taluni casi il mondo cosmico – in cui ciascun individuo in esso vivente, suo componente autonomo, finisce per trasformarsi nell’arte di Erika Baktay in un insieme organico. Le sue immagini si ampliano di continuo anche dal punto di vista tematico. La pittrice si occupa non solo della natura ma anche della raffigurazione sul piano spazio-temporale. Le sue opere si rivolgono all’uomo del XXI secolo. Le sue composizioni sono chiuse ma all’interno di linee di contorno controllate, chiuse, in genere ci si imbatte in superfici turbolente, in una struttura interna. E grazie alla loro mutevolezza non diventano mai noiose benché Batkay semplifichi volentieri il proprio ricco mondo di forme.
Le sue opere sono caratterizzate da una tecnica pittorica a sé stante, unica potremmo dire, e da una modellatura manuale. Tutto cio conferisce ai dipinti una consistenza singolare. Grazie alla modellatura plastica l’effetto visivo rivela spesso un effetto di colore cangiante dovuto al gioco della luce su una superficie ossia alle variazioni dell’angolo di incidenza della luce. Possiamo trovare una somiglianza con gli smalti iridescenti alla eosina delle ceramiche. Questo plasticismo dai colori cangianti che si sviluppa su una superficie piana non e frutto del caso. Perché l’artista non coltiva soltanto la pittura bensi anche la ceramica di cui e da anni profonda conoscitrice. E forse da quel periodo iniziale che derivano le sue recenti creazioni plastiche – soprattutto di forma sferica –, spaziali che sono spesso abbinate alle opere realizzate su superfici piane.
Dal punto di vista della tecnica Erika Baktay innova di continuo, sperimenta. Nel caso specifico realizza le sue creazioni nel segno dell’astrazione geometrica. Con la modellatura plastica la pennellata piu pastosa rimpiazza in un sol colpo la monocromia dai toni piu scuri dei suoi dipinti precedenti. La coloritura viene arricchita da armonie di colore ripartite in caselle geometriche. Nel contempo gli elementi che li integrano sono resi piu preziosi – dove in maniera forte, dove in maniera estremamente delicata – da un pomposo colore oro il cui splendore pervade le superfici dei dipinti. Erika Batkay lavora introducendo innumerevoli varianti al fine di ampliare in modo inaudito il bagaglio delle forme dell’arte. Peculiari dei suoi dipinti sono il decorativismo e la singolare struttura in cui le figure plastiche assumono forme geometriche o organiche. Accanto all’effetto plastico la pittrice spesso da vita alle sue abituali, uniche visioni anche attraverso l’energia dei colori. La sua pittura diventa sempre piu limpida e si semplifica. In essa viene accentuata maggiormente la costruzione con le forme astratte alle quali, tuttavia, non manca di certo la riflessivita.
EN
home     °      attivitá      °     arte      °      galleria      °      media      °      contatti      °      e-mail: baktaye@gmail.com
Facebook